Notizie da Candiolo

10.03.2016

Premio StellaRe a Allegra Agnelli

Premio StellaRe a Allegra Agnelli
Il 14 marzo 2016, alle ore 19, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo conferisce il Premio StellaRe 2016 ad Allegra Agnelli per il suo importante lavoro a sostegno della ricerca contro il cancro in qualità di Fondatrice e Presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro – ONLUS, che festeggia i suoi trent’anni di attività. A seguire incontro tra Allegra Agnelli e Maurizio Molinari, Direttore de La Stampa.

StellaRe è il nome del Premio che dal 2006 la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo assegna a donne che, con il loro lavoro, il loro impegno e le loro idee, hanno tracciato nuovi sentieri nei campi più diversi del sapere, con una particolare attenzione alle più complesse strategie culturali, politiche, economiche e scientifiche che articolano la società contemporanea. Il Premio StellaRe è un anello disegnato e realizzato dall’artista Maurizio Cattelan, un anello di fidanzamento nella sua immagine più classica, ma in versione gigante, di cinque centimetri di diametro, e in edizione unica. Un brillante luminoso come la stella simbolo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

Premio Stellare

Il Premio StellaRe è stato conferito, nel 2006 a Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia, per la strategia comunicativa di forte impatto e innovazione, nel 2007 al Ministro dell’Economia e della Pianificazione degli Emirati Arabi Uniti, H.E. Sheikha Lubna Al Qasimi, prima donna a ricoprire una carica di governo nel suo Paese. Nel 2009 a Lisa Phillips per la sua dedizione all’arte e la cultura contemporanea, la sua notevole carriera come curatrice a livello internazionale e come direttore del New Museum a New York, e a Kazuyo Sejima per il suo modo tutto nuovo di concepire l’architettura rispetto ai canoni tradizionali. Nel 2011 al Premio Nobel Elizabeth Blackburn, ricercatrice in biologia molecolare, per una scoperta di utilità universale per tutte le malattie legate all’invecchiamento tra cui anche il cancro. Nel 2014 alla fisica Fabiola Gianotti per le sue scoperte in ambito scientifico, nel 2015 a Sheikha Al Mayassa bint Hamad bin Khalifa Al-Thani, presidente dei Musei del Qatar, per il suo impegno filantropico a favore dei più giovani.

Per assegnare il Premio StellaRe è nato nel 2006 il Circolo StellaRe. Per lavorare a un progetto ambizioso dedicato alle donne, alla loro identità, al loro ruolo e al loro valore in questo nuovo millennio, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo ha chiamato a raccolta un gruppo di donne. Il brillante del Premio Stellare unirà la vincitrice del Premio al Circolo.

Il Circolo StellaRe è costituito da: H.E. Sheikha Lubna Al Qasimi, Umberta Beretta, Elizabeth Blackburn, Franca Coin, Anne-­Marie De Weck, Alberta Ferretti, Maria Luisa Frisa, Fabiola Gianotti, Umberta Gnutti Beretta, Paola Manfrin, Sheikha Al Mayassa bint Hamad bin Khalifa Al-Thani, Martina Mondadori, Lisa Philips, Giulia Puri, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Kazuyo Sejima, Franca Sozzani, Warly Tomei e Francesca Tronchetti Provera.

Dopo la cerimonia di premiazione, nelle sale della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo si terrà una cena, un’asta e una lotteria benefica a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro – ONLUS.

Il menu della cena di gala sarà firmato da: Matteo Baronetto con Fabrizio Galla, Enrico Crippa, Filippo La Mantia, Alessandro Mecca, Davide Scabin, Gian Piero Vivalda.

Allegra Agnelli Caracciolo di Castagneto

Nel 1979 inizia il Suo impegno contro il cancro con la costituzione del Comitato Piemonte e Valle d’Aosta dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC) e l’avvio alle campagne di raccolta fondi per il finanziamento di progetti di ricerca oncologica. Contestualmente entra a far parte del Consiglio Direttivo nazionale dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC) con la carica di Vice Presidente, che mantiene tuttora.

Nei primi anni ottanta, con la collaborazione di prestigiosi ricercatori internazionali, avvia il progetto di realizzazione di un Istituto per la ricerca e la cura del cancro in Piemonte e, a questo scopo, nel 1986 costituisce la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, di cui diviene Presidente.

Nel 1992 con la Fondazione da avvio ai lavori di realizzazione dell’Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro di Candiolo (TO), che viene inaugurato nel 1997. Negli anni successivi proseguono i lavori di crescita dell’Istituto di Candiolo con l’apertura di nuovi reparti per la degenza e per la cura e ulteriori laboratori per la ricerca.

Nel mese di marzo 2013 l’Istituto di Candiolo riceve il Riconoscimento Ministeriale di “Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico” (IRCCS).

Nell’Autunno del 2014 terminano i lavori di edificazione della II Torre dell’Istituto di Candiolo che assume così la sua forma definitiva prevista dal progetto. Nel mentre, si avviano i lavori di allestimento interno. Un vero e proprio “Parco Tecnologico” per la diagnostica e per la cura.

Riconoscimenti ad Allegra Agnelli
Roma 7 aprile 2004 – “Medaglia al Merito della Sanità” – onorificenza concessa dal Presidente della Repubblica per l’impegno profuso in campo oncologico e nella realizzazione dell’IRCC di Candiolo.
Torino 26 aprile 2004 – “Laurea Honoris Causa in Veterinaria” conferita dall’Università degli Studi di Torino – per il suo impegno in difesa dei diritti degli animali anche in campo oncologico.
Roma 10 maggio 2005 – “Peace Awards 2005” consegnato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in una Cerimonia al Quirinale. Premio assegnato dalla “Together for Peace Foundation” Presieduta dalla Signora Mariapia Fanfani sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

ARCHIVIO NOTIZIE DA CANDIOLO
s