fbpx

Notizie da Candiolo

24.11.2022

Una spesa per sconfiggere il cancro: Novacoop e la Fondazione insieme ancora una volta per sostenere la ricerca

Dal 1° al 31 dicembre ritorna l’iniziativa “Scegli il prodotto Coop e Insieme sosteniamo la ricerca contro il cancro” con la quale Nova Coop sostiene l’impegno della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.

Nei 65 negozi della rete vendita di Nova Coop e per gli acquisti effettuati online sullo store www.coopshop.it, l’1% del valore di vendita di ogni prodotto alimentare confezionato a marchio Coop verrà devoluto all’Istituto di Candiolo-IRCCS. Per tutto il mese di dicembre i soci Coop e i consumatori contribuiranno così all’acquisto di una nuova colonna endoscopica per lo screening e la diagnosi dei tumori del colon retto, scegliendo i prodotti alimentari confezionati a marchio Coop, il resto lo farà la cooperativa. L’iniziativa sarà veicolata anche attraverso i canali di EnerCasa Coop, il marchio della società controllata Nova Aeg che si occupa della commercializzazione di contratti luce e gas a uso domestico.

La collaborazione tra Nova Coop e la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus, che si rinnova ogni anno in occasione delle feste natalizie, ha già permesso di raccogliere complessivamente oltre 360 mila euro nel corso delle tre edizioni precedenti. Risorse preziose che sono state impiegate, di volta in volta, per il sostegno a iniziative di ricerca o l’acquisto di avanzati macchinari dedicati all’analisi precoce e al trattamento dei tumori urologici, del tumore al seno e di quello al polmone.

Secondo i dati più aggiornati disponibili (Relazione I numeri del cancro in Italia 2021), nel 2020 in Italia sono state stimate circa 43.700 nuove diagnosi di tumore al colon-retto (uomini 23.400; donne 20.300).

Tra le neoplasie oggetto di screening di provata efficacia, è stato evidenziato che si tratta di una patologia che ha conosciuto un progressivo miglioramento prognostico (dal 52% di sopravvivenza relativa a 5 anni negli anni ’90 al 65%-66% per le diagnosi fino al 2014), integrato dalla diminuzione dell’incidenza, grazie alla diagnosi e al trattamento delle lesioni premaligne identificate precocemente. Allo stesso tempo, una recente indagine nazionale compiuta per stimare l’impatto dell’infezione da SARS-CoV-2 sui trattamenti chirurgici dei tumori della mammella e del colon-retto ha evidenziato una riduzione del numero dei casi di carcinomi al colon-retto operati nel 2020, che potrebbe essere conseguenza della temporanea riduzione dell’attività di screening oncologici.

La salute, il benessere, la promozione dei corretti stili di vita e della prevenzione sanitaria sono da sempre valori irrinunciabili per Nova Coop. Un impegno che la cooperativa porta avanti quotidianamente attraverso iniziative di sensibilizzazione e informazione rivolte a soci, consumatori e dipendenti, di sostegno ad associazioni solidaristiche che si occupano di pazienti oncologici e di diffusione di una cultura del benessere. La Cooperativa è inoltre impegnata nella diffusione di tali importanti tematiche in quelli che saranno i consumatori di domani: il progetto “Educazione al consumo consapevole”, rivolto alle scuole di tutta la regione, solo nello scorso anno ha visto oltre 740 classi coinvolte con circa 3.000 ore di formazione erogata da animatori professionali.

Nel 2021 l’Istituto di Candiolo ha erogato oltre 1 milione 348mila prestazioni ambulatoriali, accolto 8.201 pazienti e trattato 1.220 pazienti con tecniche di radioterapia. Nell’assistenza clinica il personale impiegato è di 503 unità. L’Istituto ha poi 10 mila metri quadrati destinati alla ricerca, con 38 laboratori e 259 ricercatori italiani e stranieri.

Il suo crescente ruolo di referenza all’interno della comunità della ricerca è testimoniato dalla crescita costante, anno su anno, del proprio impact factor, determinato dal numero di citazioni che gli articoli scientifici pubblicati collezionano su altre pubblicazioni a carattere scientifico.

L’accordo tra Nova Coop e la Fondazione non si limita alle raccolte fondi, ma prevede una collaborazione più ampia per promuovere attività di informazione, prevenzione e crescita culturale.

 

 

 

 

 

 

ARCHIVIO NOTIZIE DA CANDIOLO